L'ambasciatore Vidošević

fa visita ai croati-molisani

 

 

I giorni 26 e 27 maggio S.E. Tomislav Vidošević, neo-ambasciatore della Repubblica di Croazia presso il Quirinale, ha fatto la sua prima visita ufficiale in Italia e ha voluto farla proprio alla comunitŕ croata del Molise. Ha scelto anche una data appropriata: proprio quello che a Montemitro viene chiamato "Nazanji petak" (l'Ultimo venerdě), una festa in onore di S. Lucia che simbolicamente rappresenta anche la memoria della venuta dei Dalmati nel XV/XVI sec. Cosě anche l'ambasciatore č "sbarcato" per la prima volta in Molise!

 

L'ambasciatore era accompa_ gnato dal dr. Ivo Resić (consigliere commerciale) e da Jelena Fajdetić dell'ufficio consolare di Roma.

 

 

 Montemitro; i tre sindaci danno il benvenuto all'ambasciatore.

 

La delegazione č stata accolta dal console onorario Antonio Sammartino al suo arrivo a Montemitro. Presso la sala consiliare di Montemitro ha ricevuto i saluti dei tre sindaci croato-molisani Sergio Sammartino, Enrico Fagnani e Rosida Norelli. L'ambasciatore ha poi partecipato alle funzioni religiose (messa solenne e processione) proseguendo nel pomeriggio nella visita ad Acquaviva e San Felice, dove le locali amministrazioni comunali hanno organizzato una degna accoglienza.

 

Il giorno seguente 27 maggio l'ambasciatore Vidošević ha potuto porgere il saluto al presidente della Giunta regionale del Molise sen. Michele Iorio, mentre durante la mattinata presso il consolato si č tenuta la giornata "Croazia a porte aperte". Durante la giornata i cittadini dei tre paesi hanno potuto fare richieste e chiedere informazioni al personale consolare. La partecipazione a questa giornata č stata molto soddisfacente e consistente.

 

L'ambasciatore presso la sede del

consolato croato a Montemitro.

L'ambasciatore Vidošević con il sindaco

Enrico Fagnani, visita Acquaviva Collecroce.

 

 

L'ambasciatore Vidošević si appresta

a visitare San Felice del Molise.

Vidošević saluta il presidente della Giunta

regionale del Molise sen. Michele Iorio.

 
   

Stampa questa pagina