Montemitro - 12 Aprile 2015 Festa della Cappella di Santa Lucia.

La domenica in Albis dogni anno, esattamente la domenica successiva alla Santa Pasqua, come da tradizione, si festeggia la "Cappella di Santa Lucia". La contrada dove si trova la cappella di Santa Lucia, chiamata "Selo", in croato vuol dire (villaggio).

La cappella stata ricostruita nel 1935, in occasione di pi interventi di restauro e recupero dell'area. Durante i vari interventi di restauro, sono state portate alla luce numerose tombe, sicuramente appartenenti ai nostri avi che hanno abitato questo luogo 500 anni fa. Santa Lucia patrona di Montemitro e protettrice degli occhi. Partendo in processione dalla chiesa parrocchiale di Santa Lucia in Montemitro, la statua di Santa Lucia portata dai fedeli (solo donne), fino alla cappella a lei dedicata, la quale dista dal centro abitato circa 3 km. Appena la processione scorta dalla cappella, accolta dal suono della campana della cappella e con l'esplosione di botti pirotecnici sino a che la processione non arrivi, di fatto, alla cappella, a questo punto s effettuano tre giri attorno alla cappella in senso antiorario e di conseguenza si entra nella cappella. E celebrata la santa messa, al termine della cerimonia viene, distribuito il pane di Santa Lucia. C' una scritta nella volta dell'abside della cappella che tutti noi portiamo nel cuore: "Sveta Luca mol za nas" (Santa Lucia prega per noi).

 Dopo la cerimonia e la distribuzione del pane, i fedeli con le proprie famiglie, amici e parenti si radunano per consumare il pranzo, l'area circostante la cappella attrezzata di tavoli e area per il barbecue. Finire e non finire di pranzare, ha inizio l'asta dei dolci, ogni sorta di torte vengono preparate e donate in onore a Santa Lucia, tra una marcetta e l'altra suonataci dalla banda musicale, il banditore vende tutte le torte. Al ripartire della processione, Santa Lucia salutata con nuovi scoppi pirotecnici e dal suono della campana della cappella in segno di ringraziamento e onore per la visita di Santa Lucia alla cappella.

Photo a cura di: Rocco Giorgetta