Aldo Simonetti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

 

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE
Corso di Laurea quadriennale in Lingue e Letterature Straniere (Vecchio Ordinamento)

Tesi di laurea In Lingua e Letteratura Serbocroata


Relatore: Chiar.ma Prof.ssa Barbara LOMAGISTRO Laureando: Cataldo SIMONETTI Matricola: 420917

ANNO ACCADEMICO 2009/2010

 

"Il dialetto slavo del Molise"

CAPITOLO II - IL DIALETTO (Aspetti grammaticali)

2.5.2 LA DECLINAZIONE FEMMINILE

Nella declinazione dei femminili compaiono alcune caratteristiche tipiche dei maschili. Per prima cosa vi è la perdita del vocativo sia al singolare che al plurale, sostituito dal nominativo; quest'ultimo, d'altro canto, può essere impiegato anche al posto dell'accusativo. Al plurale, poi, si trova la desinenza -ami. C'è comunque da registrare un fenomeno unico nell'ambito delle lingue slave, ossia l'assimilazione di dativo, locativo e accusativo singolari in -u.

Circa il suo sviluppo, è molto probabile che dapprima il dativo si sia assimilato all'accusativo per analogia con la declinazione e che, successivamente, anche il locativo abbia assunto la desinenza -u. In merito agli altri casi, al gen. sing. l'uscita è in -e, la stessa presente al nom e acc. plurali. L'esempio per la flessione femminile è offerta dal sostantivo “žena”:

             
    SING. PLUR.      
  N.   žen-a žen-e    
  G.   žen-e žen    
  D.   žen-u žen-ami    
  A.   žen-u žen-e    
  L.   žen-u žen-ami    
  S.   žen-om žen-ami    

2.5.3 ALCUNE CONSIDERAZIONI

Sulla base di quanto finora detto, si può concludere che il sistema delle declinazioni si esaurisce qui con quelle del maschile e del femminile. Un tempo esisteva anche la declinazione femminile dei temi in -i, che è scomparsa comportando il trasferimento dei suoi sostantivi ad una delle prime due declinazioni. Il passaggio in questione è stato influenzato dal genere della parola italiana corrispondente. Es.: stvara (femm.) da stvar ; kost (masch.) da kost. I temi consonantici, invece, hanno perso la loro declinazione già nel periodo antico e perciò ne sono rimaste che poche tracce, peraltro sbiadite. Una menzione merita anche la particolare declinazione del duale. Questa si è conservata nello štokavo solo al nominativo e all' accusativo combinandosi con i numeri 2 e 4. Nel dialetto molisano l'utilizzo è praticamente lo stesso. Così abbiamo: 1 jaj; 2-4 jajet.

2.6 L'AGGETTIVO

La distinzione tra declinazione determinativa e indeterminativa degli aggettivi, presente nella lingua serbocroata, viene a perdersi nel dialetto molisano. Qui, infatti, i due tipi di flessione sono venuti a coincidere. La causa di tale perdita è dovuta essenzialmente all'instabilità dell'accentazione e della quantità. Malgrado ciò, la differenziazione è ancora in qualche modo percepibile allorquando si nota l'utilizzo di due diverse desinenze per lo stesso caso; si fa riferimento, nello specifico, al nom. e acc. masch. sing. e al dat. e loc. sing. masch. e neutro che si differenziano molto tra loro: dobar-dobri; dobra-dobrego; dobru-dobrom.

La declinazione degli aggettivi si distingue sostanzialmente da quella dei sostantivi per il fatto che, diversamente da quest'ultima, il genere neutro si è conservato, sebbene soltanto nella forma indeterminativa singolare. Es.: mi drago; je lipo. Il motivo di ciò risiede nell'utilizzo molto frequente delle forme pronominali što, to e degli avverbi in -o, le cui uscite sono all'acc. sing. neutro e che hanno fatto si che lo stesso genere si mantenesse nell'aggettivo.

2.6.1 LE DESINENZE

Quanto alle desinenze, si segnalano anzitutto quelle del genitivo e del dativo rispettivamente in -oga e -omu, le cui vocali finali possono dileguarsi. Lo strumentale, poi, aggiunge spesso una -e alla desinenza -im. Nel femminile, l'accusativo ha sostituito il dativo e il locativo così come avviene nell'ambito del sostantivo. Il loc. sing. masch. e femm. è uguale all'acc. Al plurale c'è una sola uscita per nominativo e accusativo masch. e femm. in -e, mentre nella forma indeterminativa ne compare una tra la -e- dell'acc. masch. pl. e una meno comune del nominativo, -i. Il genitivo presenta la desinenza -ihi regolare, ma con l'aggiunta di una i per analogia con -imi, quest'ultima appartenente a dat. e strum. Anche qui il locativo ha la stessa uscita dell'accusativo in entrambi i generi. Infine, manca il vocativo come in pratica avviene nella flessione nominale. Questo è il quadro completo delle declinazioni:

             

FORMA DETERMINATIVA

SINGOLARE

             
    MASCH. FEMM.      
  N.   dobr-i dobr-a    
  G.   dobr-og(a) dobr-e    
  D.   dobr-om(u) dobr-u    
  A.   dobr-i, dobr-og(a) dobr-u    
  L.   dobr-i dobr-u    
  S.   dobr-im(e) dobr-om    
             
PLURALE
             
    MASCH. FEMM.      
  N.   dobr-e dobr-e    
  G.   dobr-ih(i) dobr-ih(i)    
  D.   dobr-im(i) dobr-im(i)    
  A.   dobr-e dobr-e    
  L.   dobr-e dobr-e    
  S.   dobr-im(i) dobr-im(i)    
             

FORMA INDETERMINATIVA

SINGOLARE

             
MASCH. FEMM. NEUTRO
  N. dobar dobr-a dobr-o    
  G. dobr-a dobr-e dobr-a    
  D. dobr-u dobr-u dobr-u    
  A. dobar, dobr-a dobr-u dobr-o    
  L. dobar dobr-u dobr-o    
  S. dobr-im(e) dobr-om dobr-im(e)    

 

Al plurale si trovano le stesse desinenze dei determinativi ad eccezione del maschile, dove è presente una particolare uscita intermedia: dobr-e/i.

2.6.2 L'INFLUSSO ITALIANO NEL GRADO COMPARATIVO

E SUPERLATIVO DEGLI AGGETTIVI

Per quanto nella lingua dell'enclave serbo-roata compaiano ancora vestigia slave nelle forme comparative bolje e gore e nei rispettivi superlativi najbolji e najgori, tuttavia nella formazione dei gradi dell'aggettivo l'influenza dell'italiano è abbastanza notevole. Il comparativo, infatti, si forma allo stesso modo della lingua italiana, con l'utilizzo di veće: Es.: On je veće lip (“egli è più bello”). Il superlativo, poi, mediante naveće: On je naveće lip (“egli è il più bello”). Si può ancora notare che, analogamente all'italiano, anche qui si sono sviluppate parallelamente a “migliore” e “peggiore” le forme veće dobar e veće zali.

Indietro   Avanti